Ingorgo mammario

Si intende una produzione di latte eccessiva a cui non segue un idoneo svuotamento del seno, da un punto di vista fisiopatologico è il passo prima della mastite. Generalmente la causa è da riferire a un mancato svuotamento del seno da parte del neonato più che ad una eccessiva produzione di latte da parte materna.
Consigli pratici:
  • incoraggiare alimentazione al seno precoce con pasti ravvicinati;
  • verificare che l’attacco del neonato al seno sia idoneo;
  • cambiare frequentemente le posizioni dell’allattamento per svuotare bene tutti e 4 i quadranti della mammella;
  • evitare l’uso del tiralatte e delle aggiunte di latte artificiale;
  • Impacchi freddi tra le poppate diminuiscono il dolore e riducono l’edema. Un panno caldo sulla zona dell’areola appena prima del pasto può aiutare ad avviare il flusso di latte.
  • Insegnare la spremitura manuale e consigliarla per svuotare il seno prima che il neonato si attacchi (per permettere un pasto migliore al neonato che altrimenti trova un seno duro e può fare fatica ad attaccarsi!).
Generalmente nella mia pratica clinica vedo che è sufficiente modificare le abitudini ambientali per ottenere dei risultati buoni, e non c’è bisogno di ricorrere all’utilizzo di rimedi omeopatici in questa fase che reputo para-fisiologica e che generalmente ha una buona evoluzione attaccando nel modo corretto il bambino.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.