Mastite

La mastite è un’infezione batterica della mammella che può insorgere nella donna che allatta. E’ possibile che i batteri trovino accesso tramite le ragadi del capezzolo, ma non è insolito vedere l’insorgere di una mastite in una donna con il capezzolo integro.
E’ importante sapere distinguere la mastite dal dotto galattoforo otturato. Il dotto galattoforo otturato si presenta come una massa gonfia e dolorosa all’interno della mammella. La pelle sovrastante è spesso arrossata, come succede anche nella mastite, ma con meno intensità. Frequentemente, la febbre e dolore molto intenso sono presenti solo nella mastite. Il dotto galattoforo otturato non si cura con gli antibiotici, mentre invece per la mastite è necessario. Non è facile capire la differenza tra un caso lieve di mastite e uno severo di dotto galattoforo otturato. Un dotto galattoforo otturato non trattato può evolvere in mastite.
Trattamento:
  • Migliorare il deflusso del latte:
    • Controllare l’attacco e correggerlo o migliorarlo, se necessario.
    • Verificare che non vi sia pressione con i vestiti o con le dita.
    • Aiutare a far defluire il latte in caso di seno molto grande.
  • Suggerire:
    • Poppate frequenti. Spremere il latte, se necessario. Iniziare i pasti sempre prima dal seno affetto attaccando direttamente il bambino
    • Massaggi delicati in direzione del capezzolo.
    • Impacchi caldi dell’area colpita prima della poppata.
    • Far riposare la madre, non il seno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.